Italia Like a Local

Cosa vedere a Biella e dintorni: un weekend tra la storia, le tradizioni, le montagne e i borghi.

Oasi Zegna Biella rododendri in fiore

Un weekend nel Biellese con “A Spasso con quei due”

Ciao viaggiatori, siamo Mary e Pietro di A spasso con quei due. Ringraziamo Elisa e Simone di Italy you don’t expect che ci hanno dato l’opportunità e lo spazio per parlarvi e farvi conoscere la nostra zona, il Biellese. Vi daremo qualche dritta su cosa vedere a Biella e dintorni in un weekend.

Dove si trova Biella

Biella è una piccola cittadina del Piemonte che si trova alle pendici delle Alpi, a circa un’ora di auto dai centri di Torino e Milano. Non ci si arriva per caso in questa città, insomma non è una zona di passaggio quindi se si vuole visitarla occorre venirci apposta. Biella è una città molto conosciuta per la sua produzione tessile laniera che ancora oggi è di notevole importanza per il settore della moda, tanto da riconoscergli nel 2019 il premio come una delle 11 città creative dell’Unesco in Italia.

Cosa vedere a Biella e dintorni

Cosa vedere nel centro storico di Biella

Borgo antico del Piazzo Biella
Borgo del Piazzo

Dovete sapere che la città è divisa in due zone: il borgo antico del Piazzo e il centro storico di Biella Piano. Il borgo del Piazzo si trova nella parte alta della città e per raggiungerla si può prendere o l’antica funicolare gratuita oppure salire dalle diverse strade acciottolate chiamate “Rive”. Da poco rinnovata e sostituita da un ascensore inclinato, questo si può prendere dal parcheggio di Piazza Curiel, per noi biellesi chiamata “piazza della funicolare”. Una volta dentro, mentre l’ascensore salirà, potrete ammirare una fantastica visuale dall’ alto della città.

Arrivati in cima vi sembrerà di essere stati catapultati in un vecchio borgo medievale. Questa zona è chiamata Borgo del Piazzo per l’antichità dei bellissimi palazzi storici di epoca rinascimentale che troviamo in Piazza Cisterna, con i bellissimi portici e i diversi bar, ristoranti e vinerie che rendono viva questa zona. Nella piccola Piazza Cucco troviamo una delle viste più belle che danno sulle montagne biellesi. Possiamo dire che per noi è un angolino davvero delizioso. Consigliamo inoltre di visitare la piccola Chiesa di San Giacomo, Palazzo La Marmora e Palazzo Ferrero, questi ultimi sedi di eventi e mostre culturali. Ogni angolo del Piazzo nasconde diversi scorci dove poter ammirare la città dall’alto!

Piazza Cisterna Biella
Piazza Cisterna
Piazza Duomo Biella
Piazza Duomo

E’ chiamata invece Biella Piano la zona del nuovo centro storico della città. In Piazza Duomo è insediata la principale chiesa della città, dedicata a Santo Stefano e il suo caratteristico Battistero. Dalla Piazza si arriva alla lunga via pedonale di Via Italia ricca di negozi e bar, il cuore del centro storico. Vi consigliamo anche di fare visita al bellissimo e antico Chiostro di San Sebastiano situato in Via Quintino Sella. Oggi è sede del Museo del Territorio e al suo interno troviamo diverse sezioni riguardanti l’archeologia del territorio biellese e una dedicata a mostre e collezioni storico artistiche.

Sacro Monte di Oropa

cosa vedere a Biella e dintorni
Il Sacro Monte di Oropa

Il territorio biellese è noto per essere luogo di culto e luogo religioso infatti grazie alla presenza di uno dei Santuari più importanti del Piemonte e riconosciuto Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco nel 2004. Stiamo parlando del Sacro Monte di Oropa, distante circa dieci chilometri da Biella Città e raggiungibile in auto in circa 20 minuti. Da visitare la chiesa antica di S. Maria che ospita la statua della Madonna Nera di Oropa e la Basilica Superiore, così grande e maestosa. Quest’ultima ospita il museo dei presepi provenienti da ogni parte del mondo. Oltre ad essere un luogo religioso è luogo perfetto per chi ama la montagna essendo circondato da boschi e montagne, tra cui quella del Mucrone.

Sacro Monte di Oropa Biella

Dal Sacro Monte di Oropa partono diversi sentieri e percorsi escursionistici per diversi rifugi e per il lago del Mucrone. Il Biellese è noto infatti anche per le diverse attività outdoor che si possono fare. Quindi se amate la natura, il trekking e i verdi paesaggi fa sicuramente al caso vostro. Dopo una bella camminata in montagna perché non mangiare qualcosa di tipico biellese? Ad Oropa ci sono tantissimi trattorie e ristoranti dove gustare degli ottimi piatti biellesi, tra cui il nostro piatto per eccellenza: la Polenta Concia, un primo piatto molto ricco composta da farina di mais, burro e formaggi come la toma biellese.

Borgo del Ricetto di Candelo

Appena fuori dalla città di Biella troviamo Il Ricetto di Candelo, inserito nella lista dei Borghi più Belli d’Italia. Il nome Ricetto significa rifugio, infatti fungeva da riparo ai beni essenziali della comunità dell’epoca e dagli attacchi dei nemici. Ancora oggi la sua struttura è rimasta originaria, con le sue mura e le sue vecchie abitazioni.

Molti eventi hanno sede in questa location come, Vinincontro e Candelo in Fiore. Il primo ha inizio nella stagione autunnale dove il ricetto si anima di produttori vitivinicoli e le cantine vengono aperte ai visitatori che possono assaggiare i vini della zona. Il secondo evento si tiene invece in primavera e il ricetto si colora di bellissimi e colorati fiori con un tema diverso ogni anno. Il Ricetto ospita anche il museo della vitivinicoltura dove sono conservati gli antichi attrezzi e dove vengono spiegati gli antichi metodi di vinificazione.

Parco Naturale della Burcina

Oasi della Burcina Biella

Se amate i parchi e vi piace camminare e stare in mezzo alla natura, vi consigliamo di farvi un giro al Parco Naturale della Burcina che si trova tra il paese di Pollone e quello di Biella. Il parco conserva un grande numero di specie vegetali con l’obiettivo di tutelare e preservare la flora e la fauna. L’area naturale è vasta e grande. Per arrivare a Torre Martini, parte alta del parco, occorre fare circa mezz’ora di camminata attraversando diverse varietà di piante come faggi, castagni, betulle, querce e ciliegi e i bellissimi rododendri che nella stagione primaverile colorano il parco.

Oasi Zegna

Oasi Zegna Biella

Fondata dall’imprenditore Ermenegildo Zegna che, oltre a creare la sua impresa di tessuti, decise di valorizzare e dare nuova vita al suo paese natale e creare un’area incontaminata chiamata Oasi Zegna. Decise di piantare 500.000 conifere ridando vigore e bellezza a tutta questa zona e creando perfino una strada che potesse essere percorsa dalle persone e dai turisti per apprezzare la bellezza naturalistica, la Panoramica Zegna. L’Oasi Zegna è un’area naturale grande circa 100 km² che parte dalla Valle Cervo e arriva fino alla località di Trivero. Anche qui ci sono diversi percorsi escursionisti dove fare diverse passeggiate ascoltando solo il rumore della natura.

Eccoci arrivati al termine della nostra mini guida su cosa vedere a Biella e dintorni in un week-end. Speriamo di avervi fatto venir voglia di partire per la vostra prossima fuga del fine settimana! Se venite fatecelo sapere!

Gli autori dell’articolo

Cosa vedere a Biella e dintorni: un weekend tra la storia, le tradizioni, le montagne e i borghi. 3

Ciao, siamo Mary e Pietro del blog A Spasso Con Quei Due. Coppia di viaggiatori uniti dalla passione del viaggio e della musica, ci piace associare una canzone ad ogni luogo che visitiamo. Amiamo scoprire le piccole realtà e i luoghi meno conosciuti raccontando e condividendo le nostre esperienze di viaggio tra borghi, natura e road trip.

Voglia di visitare borghi storici in Italia? Visita allora la sezione Borghi d’Italia per prendere ispirazione!

Potrebbe Interessarti Anche

Nessun commento

    Lascia un Commento