Travel

Slow Tourism: in Bici fra i borghi di Garda, Bardolino e Lazise

Lago di Garda in bicicletta

Di solito ci piace visitare i diversi borghi di una regione programmando nel dettaglio un on the road in macchina. Questa volta però, in bici fra i borghi di Garda, ci siamo voluti immergere nel territorio, attraverso un turismo lento e allo stesso tempo ecosostenibile. La nostra scelta è ricaduta sulle due ruote (senza motore!ehehe) per scoprire i bellissimi borghi che si affacciano sulla sponda orientale del lago.

Prima di continuare con il racconto di questa fantastica giornata volevamo dirvi due parole sullo Slow Tourism.

Cos’è lo Slow Tourism?

Lo Slow Tourism, letteralmente “turismo lento”, è un modo diverso di approcciare al viaggio, soffermandosi ad osservare anche i più piccoli dettagli. Questo modo di viaggiare, che valorizza e promuove lo sviluppo dei territorio in maniera responsabile, vi permetterà di uscire dai soliti circuiti turistici, dando un significato profondo al rispetto dell’ambiente che vi circonda.

Diventare un “viaggiatore Slow” è molto semplice. Al giorno d’oggi infatti, ci sono sempre più attività che danno la possibilità di esplorare i luoghi in modo ecosostenibile e al tempo stesso divertente! Un esempio? la nostra giornata in bici fra i borghi di Garda, Bardolino e Lazise oppure un bel trekking rigenerante in montagna o ancora una passeggiata a cavallo sulla spiaggia. Potremmo continuare all’infinito con questo elenco.

Se siete amanti dei piccoli borghi, dei luoghi incontaminati e ricercate il relax e la tranquillità, uniti ad esperienze che vi faranno conoscere a 360° il territorio, allora lo Slow Tourism fa’ proprio al caso vostro!

La nostra giornata in bici fra i borghi di Garda, Bardolino e Lazise

Lago di Garda in bicicletta

Il nostro week-end sul lago di Garda è iniziato dalla città di Costermano, dove avevamo prenotato l’alloggio, che dista solamente pochi minuti di auto da Garda.

Per il noleggio delle biciclette invece, ci siamo affidati al negozio Bella Bici nel borgo di Garda. Il costo totale per la City bike relativo ad una giornata è stato di 12 euro/persona.

– Il Borgo di Garda

Il borgo di Garda è stato la nostra base di partenza e arrivo nella giornata in bici nell’omonimo lago. Abbiamo passeggiato sul lungolago con i colori del tramonto e ci siamo fermati ad ammirare questo spettacolo nel grazioso pontile di legno.

Purtroppo per mancanza di tempo non siamo riusciti a visitare (e fare un tuffo) al Parco Baia delle Sirene e Punta San Vigilio. La prima è una bellissima spiaggia (a pagamento) all’ombra di ulivi maestosi, in cui trascorrere piacevolmente le afose giornate estive tra un bagno e l’altro. Punta San Vigilio invece, dove si trova la spiaggia della baia delle Sirene, è considerata  la “Portofino del lago di Garda”. Questa piccola penisola a pochi passi da Garda, è sicuramente uno dei luoghi imperdibili se decidete di visitare questa sponda del lago.


Parcheggio a Garda: Vi segnaliamo il sito del Comune per sapere tutte le aree di sosta, a pagamento e non.

Ristoranti: Vogliamo consigliarvi l'”Osteria Silvestro”, dove abbiamo gustato un’ottima cena a base di pesce ad un prezzo giusto.


– Il Borgo di Bardolino

Lago di Garda in bicicletta
Chiesa Parrocchiale dei Santi Nicolò e Severo.

La seconda tappa della giornata in bici fra i borghi del lago di Garda è stata Bardolino, ridente borgo che si affaccia anch’esso sulla riva est del lago.

Parcheggiate le nostre City bike in prossimità del molo (durante il week-end è molto affollato), ci siamo fermati a osservare con gli occhi a cuoricino mamma anatra con i suoi 10 piccoli anatroccoli. Una scena troppo dolce!

Lasciati gli anatroccoli, ci siamo addentrati nel centro storico, rimanendo colpiti dalle casette colorate, arricchite da bellissimi fiori e dalle vie che pullulavano di negozietti di ogni tipo.

Arrivati nella piazza principale, Piazza Matteotti, si siamo trovati difronte all’imponente Chiesa Parrocchiale dei Santi Nicolò e Severo, che merita una visita.

Un’altra cosa imperdibile se passate a Bardolino sono le sue spiagge, non molto grandi ma ben attrezzate. Noi ci siamo concessi una pausa nella spiaggia libera, non lontana dal centro, rinfrescandoci con i piedi ammollo nell’acqua.

Vi consigliamo di portare con voi un telo mare e il costume, così da farvi un tuffo tra un borgo e l’altro!

– Il Borgo di Lazise

Arriviamo alla terza e ultima tappa della nostra giornata in bici fra i borghi di Garda, Bardolino e Lazise. Non possiamo nascondere che quest’ultimo borgo è stato il nostro preferito.

Sapevate che Lazise è stato il primo comune libero d’Italia? Noi l’abbiamo scoperto leggendo la targa che riportava la data dell’importante evento, avvenuto nel lontano 983.

Una peculiarità di Lazise è la Piazza principale, caratterizzata da una pavimentazione con motivo a scacchi. Tutt’intorno si possono ammirare i bellissimi porticati che ospitano molti locali in cui fermarsi per un pranzo veloce o un aperitivo.

Proseguendo lungo la piazza vi troverete di fronte al suggestivo Porto Antico, uno degli scorci più belli del piccolo paese. Una bellissima cartolina questo specchio d’acqua con attraccate le barchette dei pescatori.

Dopo tanto pedalare la fame ha iniziato a farsi sentire e da brava golosa mi sono concessa una coppa gigante di fragole con panna! Come resistere?

Giunta l’ora di ritornare a prendere la macchina a Garda, non siamo riusciti a visitare la Dogana Veneta e il Castello Scaligero, che in ogni caso vi suggeriamo di vedere.


Opinioni personali sulla giornata in bici fra i borghi di Garda, Bardolino e Lazise:

La pista che abbiamo percorso è ciclo pedonale, quindi sopratutto nel week-end è molto affollata e non è stato semplice circolare con le City bike. Nonostante tutto ci sentiamo di consigliare questo itinerario a tutti, sopratutto per le famiglie con bambini piccoli, in quanto è molto semplice e non presenta dislivelli elevati.

Prendetevi il vostro tempo per ammirare il meraviglioso panorama che si può godere in sella alla vostra bici e per scoprire i piccoli e colorati paesini che attraversate.

Buona visita al lago di Garda Amici Viaggiatori!

5 Commenti

Lascia un Commento