Travel

Taldég, una nuova idea di alloggio a Bologna tutta al femminile

alloggio a Bologna

Se c’è una cosa che ci affascina, è ascoltare storie di successo di giovani imprenditori che, animati da entusiasmo e passione, coltivano un’idea facendola diventare una vera e propria startup. Se poi l’idea viene da tre ragazze che reinventano il modo di concepire l’alloggio a Bologna, allora il nostro interesse sale alle stelle!

Taldég (“te lo dico” in bolognese) nasce dal sogno di tre amiche, Silvia, Francesca ed Alice, di avvicinare il concetto di alloggio a Bologna con la cultura e le tradizioni tipiche del luogo. L’obiettivo, come affermano sul loro sito, è proprio quello di “creare un nuovo concetto di viaggio: etico, autentico, alternativo“.

 Come hanno fatto le nostre tre giovani imprenditrici a dar vita a questa idea?

Partendo dall’idea che l’alloggio non debba essere solo dove posare le valigie e rientrare in serata, han fatto sì che entrando negli appartamenti da loro gestiti, cinque attualmente, ci si trovi in uno spazio espositivo permanente, dove poter ammirare dipinti, fotografie e sculture di artisti bolognesi. Tramite la scansione dei          QrCode, posizionati vicino alle opere, possiamo avere più informazioni su di loro e magari acquistare una di queste  portando a casa un ricordo di valore, anzichè il “classico” souvenir.

Le case inoltre hanno tutte il nome, e gli oggetti al loro interno, riferite alla caratteristica dei proprietari che le hanno abitate. Scorrendo sulla sezione “appartamenti” del loro sito, trovate infatti la “Casa della Viaggiatrice”, “Casa della Ballerina”, “Casa del Soprano”, “Casa del Dottore” e la “Casa dell’Indovina“, dove abbiamo soggiornato. Il nome di quest’ultima è dovuta al fatto che la precedente inquilina, abile lettrice dei tarocchi, vivesse la sua vita prendendo le decisioni tramite la lettura delle simboliche carte.

Elisa è stata immediatamente conquistata dall’altalena che si trova nel salotto e dalla coloratissima camera da letto, che trasmette  subito allegria. In questi appartamenti nulla è stato lasciato al caso ma ogni oggetto è stato scelto con cura e disposto dalle stesse ragazze, che per l’occasione si sono trasformate anche in pittrici e tappezziere.

Oltre all’alloggio, Taldég offre un itinerario personalizzato, in base ai propri gusti, grazie al quale si possono scoprire lati della città di Bologna autentici, vivendo l’esperienza da local anzichè da semplice turista.

Esempio di mappa interattiva che Taldèg propone ai suoi ospiti.

Una nuova idea di alloggio replicabile in altre città italiane

Il concept di Taldég si presta benissimo ad essere replicato in altre realtà italiane, dove il fermento artistico locale può incontrare un nuovo modo di alloggiare, soddisfacendo il piacere del viaggiatore più consapevole ed attento.

Grazie ancora di cuore alle ragazze di Taldég per la loro accoglienza e per averci fatto innamorare di questa nuova tipologia di alloggio a Bologna attraverso le loro parole!

Voi avete mai alloggiato a Bologna con Taldég? Raccontateci la vostra esperienza cari lettori!

Lascia un Commento