Borghi d'Italia Italia che non ti aspetti Trentino

Weekend in Val Pusteria: cosa vedere a San Candido in estate

cosa vedere a san candido in estate

Se stai pianificando di trascorrere le tue vacanze estive in Val Pusteria, oltre a visitare i luoghi più celebri, come le Tre cime di Lavaredo ed il Lago di Braies, ti consigliamo di non perdere anche le località poste nelle vicinanze. Essendo un paese ben collegato con le migliori attrazioni della Val Pusteria, oggi ti sveliamo cosa vedere a San Candido in estate, dove dormire e cosa poter fare nei dintorni.

Cosa vedere a San Candido in estate

Dove si trova San Candido

San Candido, Innichen in tedesco, è un piccolo borgo dell’Alta Pusteria situato a 1175 metri d’altitudine, nella provincia autonoma di Bolzano. Il paese vanta una storia lunghissima risalente a 1250 anni fa: non a caso è considerato il più antico comune sudtirolese. Nato inizialmente come piccolo monastero, per volere del duca Tassilo nel 769 d.C., nel tempo diventò un punto di incontro di persone e mercanti provenienti da diverse parti d’Europa, fino ai giorni nostri dove ha conosciuto un’intensa attività turistica.

dove si trova san candido

Nonostante sia un piccolo comune, sono diverse le attrazioni, per lo più a carattere religioso, che puoi visitare a San Candido.

cosa vedere a san candido in estate
La facciata della chiesa di San Michele

Chiesa di San Michele Arcangelo

Il grazioso edificio si trova in Piazza San Michele, ben visibile grazie alle sue decorazioni che di certo non passano inosservate. La chiesa di San Michele Arcangelo venne costruita in stile romanico intorno al Duecento ma nella prima metà del ‘700 venne restaurata con lo stile dell’epoca, ovvero il Barocco ed il Rococò. Quello che rimane del progetto originario è l’elegante campanile.

Se già dall’esterno vengono richiamate le forme dello stile settecentesco, è all’interno che viene raggiunto il massimo splendore. Qui il colore roseo delle colonne, le intense decorazioni delle volte e la luce del sole, che entra in abbondanza, creano un’armonia che lascia senza fiato qualsiasi visitatore.

interno chiesa san michele arcangelo san candido
L’interno della chiesa di San Michele Arcangelo

Collegiata dei Ss Candido e Corbiniano

La Collegiata, considerata il più importante monumento romanico del Tirolo, fu fondata nel VIII secolo ma venne poi ricostruita tra il XII ed il XIII secolo a causa di un incendio che colpì tutto il paese. La torre campanaria invece venne ultimata nel 1326.

Intorno alla costruzione della Collegiata ruota una misteriosa leggenda, che ha a che fare con i giganti che abitavano le montagne. Tra questi il gigante Haunold, che aiutò la popolazione di San Candido nella costruzione della chiesa, trasportando i massi più pesanti. In cambio il gigante chiese che ogni giorno gli venissero forniti un vitello, una botte di vino e due stai di fagioli. Nonostante la chiesa fu terminata, il gigante continuava a chiedere il suo cibo. Gli abitanti, stufi delle sue pretese, gli tesero una trappola e lo uccisero. Per dimostrare quanto fosse gigante Haunold, la sua costola venne conservata all’interno della Collegiata, visibile ancora oggi nel vestibolo.

collegiata san candido e corbiniano
Collegiata dei Ss Candido e Corbiniano

L’interno della Collegiata risulta spoglio e la luce che filtra all’interno è molto flebile. Punto centrale è l’altare con il gruppo ligneo della Crocifissione con la statua di Cristo incoronato. Alle spalle si trova l’organo del 1628 che, nonostante sia stato trasformato più volte, mantiene comunque la sua forma originale.

All’esterno della Collegiata, si trova il piccolo Cimitero, un luogo minuziosamente curato che infonde un senso di serenità. Alcune delle tombe presenti sono delle vere e proprie opere d’arte eseguite dagli artigiani del ferro battuto.

cimitero collegiata san candido
Il cimitero della Collegiata

Chiesa dell’Ausserkirchl

La Chiesa dell’Ausserkirchl è una costruzione composta da due cappelle addossate l’una all’altra: le Cappelle di Altötting e del Santo Sepolcro. L’ispirazione venne all’oste di San Candido Georg Paprion che, dopo un pellegrinaggio a Gerusalemme, prese come modello il Santo Sepolcro. L’altare presente all’interno proviene dalla chiesa profanata di San Maurizio di San Candido.

La chiesa è aperta al pubblico secondo i seguenti orari:

  • 08/06 – 30/06 Sabato e Domenica: ore 10-12/16-18
  • 03/07 – 29/09 Mercoledì – Domenica: ore 10-12/16-18
Chiesa dell Ausserkirchl

Piazza San Michele

Il vero centro del piccolo paese di San Candido è Piazza San Michele. Oltre ad essere presente la Chiesa di San Michele Arcangelo, è il luogo dove a sud si ammirano in tutta la loro maestosità le cime dentate del gruppo Baranci con l’Haunold al centro. Girando lo sguardo a nord si trova la vallata punteggiata dai masi e dalle abitazioni agricole. Guardando verso la chiesa invece, si scorge il Monte Elmo, punto di riferimento per coloro che amano sciare.

Se hai intenzione di fare shopping a San Candido, dalla piazza puoi prendere Via Peter Paul Rainer, dove troverai diversi negozi di artigianato e prodotti tipici. Da qui puoi anche raggiungere il DoloMythos, il museo delle Dolomiti, ed ammirare l’elegante Villa Wachtler.

villa wachtler dolomythos san candido
Villa Wachtler

San Candido attività per i bambini

San Candido presenta anche numerose attività da fare per le famiglie. Raggiungendo il Monte Baranci, che sovrasta il borgo tirolese, le attività da intraprendere sono:

  • Discesa con il funbob, la più lunga pista su rotaia dell’Alto Adige di 1,7 chilometri, è un divertimento assicurato per grandi e piccini
  • Parco di arrampicata “Percorso degli Gnomi”, un parco avventura adatto ai più piccoli che potranno divertirsi tra ponti tibetani da attraversare e corde da scalare
  • Il Villaggio degli Gnomi, composto da nove baite nel bosco, realizzate totalmente con materiali naturali.

Dove dormire a San Candido

San Candido, grazie alla sua posizione strategica, è il luogo ideale per alloggiare ed iniziare ad esplorare i suoi dintorni. Da qui infatti puoi raggiungere in poco tempo le Tre Cime di Lavaredo, il Lago di Braies e tante altre attrazioni della Val Pusteria.

Per la scelta dell’alloggio ti consigliamo il Boutique & Gourmet Hotel Orso Grigio, dove abbiamo trascorso il nostro weekend. Oltre alla sua posizione privilegiata (in Piazza San Michele), ciò che ci ha stupito è stato il benvenuto da parte dello staff e del titolare, che ci hanno fatto sentire subito “a casa”, accogliendoci proprio come se fossimo ospiti in casa di vecchi amici. Inoltre la cucina, sempre attenta nell’uso di prodotti regionali, offre sempre varie ed innovative proposte.

dove dormire a san candido

Lago di Braies in estate

Conosciuto anche come la “Perla delle Dolomiti”, il Lago di Braies è uno dei punti più incantevoli da visitare vicino San Candido in estate. Anch’esso Patrimonio UNESCO, il lago si trova ad un’altitudine di 1496 metri s.l.m. ai piedi della parete rocciosa di Croda del Becco.

lago di braies in estate
Lago di Braies in estate

Lago di Braies cosa fare

Per visitare al meglio il Lago di Braies il nostro consiglio innanzitutto è di arrivare di mattina molto presto: in questo modo troverai pochissime persone e potrai goderti al meglio l’atmosfera surreale del lago, ascoltando i suoni rilassanti della natura. Se ami fotografare, le prime luci dell’alba ti permetteranno inoltre di fare degli scatti suggestivi, con colori nitidi ed ombre tenui.

Ti consigliamo inoltre di percorrere tutto il sentiero intorno al lago, che ti permetterà di cogliere la bellezza del luogo da diverse angolazioni. Il sentiero, lungo circa 3,5 chilometri, con un dislivello massimo di 50 metri, ti impiegherà circa 1,5 ore di camminata.

lago di braies cosa fare
Una parte del sentiero che costeggia il lago di Braies

La leggenda del Lago di Braies

Come molti dei laghi della Val Pusteria, anche intorno al Lago di Braies ruota una leggenda che lo rende ancora più affascinante e misterioso. Un tempo infatti le montagne di Braies erano abitate da selvaggi, così chiamati a causa del loro aspetto. Questi erano dediti nel cercare oro e pietre preziose, con le quali creavano diversi oggetti. Un giorno i pastori, che portavano il bestiame a pascolare nelle vallate del lago, entrarono in contatto con i selvaggi, i quali mostrarono e regalarono loro gli oggetti preziosi che fabbricavano.

Tuttavia i pastori, avidi di tesori, iniziarono a rubare gli oggetti preziosi dei selvaggi che, per difendere i loro possedimenti, si videro costretti ad aprire le fonti sotterranee, che unendosi crearono l’attuale specchio d’acqua del lago, inghiottendo per sempre le loro ricchezze. In memoria di questa leggenda, il lago venne chiamato il “Lago Selvaggio di Braies”.

cappella lago di braies
Cappella al Lago di Braies
leggenda lago di braies

Distanza San Candido Lago di Braies

La distanza che separa San Candido dal Lago di Braies è di circa 20 chilometri. Per raggiungerlo puoi scegliere di prendere la tua vettura, impiegando una mezz’ora circa, oppure tramite i mezzi pubblici.

Se arrivi in auto, troverai diversi parcheggi a pagamento sulla via che ti condurrà al lago. Dal 10 luglio al 10 settembre, con il nuovo piano della mobilità, una volta esauriti i posti macchina, la strada verrà chiusa fino alle ore 15.00. Il consiglio è quindi di arrivare molto presto oppure di prenotare il parcheggio online.

Con l’autobus dovrai prendere la linea 442 che collega Dobbiaco – Villabassa – Lago di Braies, con le seguenti tariffe:

  • 5 € per persona per ogni viaggio
  • i bambini fino all’età di 6 anni viaggiano gratuitamente
  • 3 € per ogni viaggio per i bambini dai 6 ai 14 anni
  • 3 e per ogni viaggio per gli amici a 4 zampe

Un ulteriore metodo alternativo per raggiungere la Valle di Braies ed il suo lago è quello di arrivare a piedi oppure in bicicletta, percorrendo le piste ciclopedonali dell’Alta Pusteria.

distanza san candido lago di braies

San Candido e dintorni

Bagni di San Candido

Situati a pochi minuti di auto da San Candido, i Bagni di San Candido hanno una storia che risale dell’epoca dei Romani. Zona già nota per la presenza di acque sulfuree, nel 1586 venne costruito un sanatorio per volere del medico ungherese Scheber. Successivamente i bagni furono convertiti in un Grand Hotel che godette di un grandissimo splendore tra il XIX ed il XX secolo. Vennero poi distrutti durante la Prima Guerra Mondiale ed in seguito abbandonati al degrado.

Tre Cime di Lavaredo

Il punto più famoso delle Dolomiti, può essere raggiunto facilmente da San Candido sia in auto piuttosto che con i mezzi pubblici. Se vuoi sapere tutte le informazioni su come fare per raggiungere le Tre cime di Lavaredo, ti consigliamo di leggere la nostra esperienza.

Lago di Dobbiaco

A soli 13 minuti di auto da San Candido, il Lago di Dobbiaco è sicuramente una tappa obbligatoria in estate per cercare un po’ di refrigerio. Qui, oltre a nuotare, si possono fare delle escursioni con il pedalò o la barca a remi. Se invece preferisci camminare ed ammirare la flora e la fauna locale, puoi percorrere il sentiero, lungo 2,5 chilometri, che si sviluppa intorno al lago.

Lago di Misurina

Nonostante si trovi a soli 30 minuti da San Candido, per raggiungere il Lago di Misurina ci spostiamo ad Auronzo di Cadore, in provincia di Belluno. Le attività che si possono fare sono molteplici, a partire dal giro del lago, tramite un percorso adatto a grandi e piccini, escursione noleggiando un pedalò fino ad ammirare le stupende montagne che circondano il lago. Il Lago di Misurina è inoltro famoso per il suo microclima alpino, la cui aria salubre è nota per essere un toccasana contro l’asma.

Conoscevi già il piccolo paese di San Candido? Avevi mai esplorato i suoi dintorni? Facci sapere in un commento e restiamo in contatto!

Potrebbe Interessarti Anche

Nessun commento

    Lascia un Commento