Toscana

Cortona cose da vedere in un giorno: la guida completa

cortona cose da vedere cortona alta

In Val di Chiana, l’affascinante valle toscana ricca di vigneti, uliveti e campi di girasole, sorge il borgo etrusco di Cortona. Un luogo ricco di storia e fascino, che tu lo visiti per la prima o per l’ennesima volta, ha il potere di lasciarti ogni volta un’emozione positiva. Oggi scopriremo insieme su Cortona cose da vedere e tutte le informazioni utili su come arrivare e dove mangiare.

Cortona cose da vedere, come arrivare e dove mangiare

Dove si trova Cortona

cortona cose da vedere
Cortona cose da vedere

Cortona si trova in Val di Chiana, più precisamente nella Val di Chiana aretina, luogo che nei millenni ha visto diverse civiltà insediarsi e prosperare. Non a caso la valle era chiamata il “granaio dell’Etruria” proprio per aver sfamato l’antica popolazione etrusca che ha lasciato le tracce dei suoi insediamenti: Cortona, con le sue mura e l’area archeologica, Castiglion Fiorentino, Marciano e Lucignano.

Cortona inoltre si trova molto vicino ad un’altra suggestiva località, la Val Tiberina, dove abbiamo avuto l’occasione di visitare Anghiari, il borgo della battaglia dipinta da Leonardo da Vinci.

Cortona come arrivare e dove parcheggiare

Raggiungere Cortona è molto facile, sia che tu provenga da nord o da sud. Prendendo l’autostrada A1, una volta raggiunto il Raccordo Autostradale 6 Bettolle-Perugia, ti basta prendere l’uscita per Cortona e seguire le indicazioni.

A meno che non si è residenti, non è possibile parcheggiare all’interno delle mura di Cortona. Appena fuori però si trovano diversi parcheggi gratuiti:

  • Parcheggio dello Spirito Santo
  • Piazza Mercato, appena fuori da Porta Bifora
  • Parcheggio la Moreta
  • Parcheggio Santa Maria Nuova
  • Parcheggio Fortezza di Girifalco
cortona come arrivare e dove parcheggiare
Scale mobili per ingresso al borgo

Noi consigliamo di parcheggiare al Parcheggio dello Spirito Santo. Da qui si possono prendere le scale mobili che ti porteranno direttamente in Piazza Garibaldi, zona del Belvedere di Cortona, dove all’orizzonte si scorge il Lago Trasimeno e la vetta del Monte Amiata.

Cortona cose da vedere

Nonostante le piccole dimensioni, le attrazioni da visitare a Cortona sono innumerevoli! Il borgo che ha ispirato il romanzo di Frances Mayes, “Under the Tuscan sun“, offre così tante cose da vedere che non siamo riusciti a visitarle in un giorno. Consigliamo quindi di dedicare due giorni alla scoperta di Cortona.

Il centro storico

centro storico cortona piazza della repubblica

Tra le prime cose da vedere a Cortona, ti suggeriamo di fare un giro nel centro storico, partendo da Piazza Garibaldi, ammirando il belvedere. Da qui in pochi minuti raggiungerai Piazza della Repubblica, la più suggestiva del borgo. Punto di incontro tra cardo e decumano, un tempo qui sorgeva il Foro romano, sede degli edifici pubblici e della attività commerciali. In Piazza della Repubblica si trova il Palazzo Comunale, caratterizzato dalla grande scala di ingresso e dalla torre dell’orologio ed il Palazzo dei Capitani del Popolo, noto anche come Palazzo Passerini.

palazzo casali cortona
Palazzo Casali

Da Piazza della Repubblica si raggiunge in pochi passi Piazza Signorelli, che porta il nome del pittore cortonese Luca Signorelli. Qui si trova il Teatro Signorelli, costruito a metà dell’Ottocento, ed il Palazzo Casali, sede del MAEC ( Museo dell’Accademia Etrusca e della Città di Cortona), ospita l’Archivio storico e la Biblioteca comunale. Scendendo per Via Casali, si arriva a Piazza Duomo dove si trova la Cattedrale di Cortona, costruita in stile romanico.

duomo di cortona
Duomo di Cortona

Cortona è un borgo che si presta molto bene per essere girato a piedi, in maniera lenta, secondo i principi del cosiddetto “slow tourism“.

Via Jannelli

Cortona cose da vedere in un giorno: la guida completa 1

La via più caratteristica di Cortona, Via Jannelli racchiude in sé l’atmosfera medievale e l’aspetto che aveva un tempo Cortona. Case in pietra con il piano superiore a sbalzo sulla via sorretto da travi e da saettoni in legno. Per chi ama l’architettura o chi semplicemente adora viaggiare con la mente, è il luogo ideale dove fermarsi ed osservare. Questa via è stata per noi anche il set per fare alcuni scatti instagrammabili.

Chiesa di San Niccolò

chiesa monumentale di san niccolo cortona

La Chiesa monumentale di San Niccolò è una piccolissima chiesa che si trova nella parte alta di Cortona, un po’ nascosta e difficile da trovare. Se all’esterno risulta molto semplice, con la facciata in pietra ed un piccolo porticato, all’interno stupisce per la ricchezza nei colori e nelle decorazioni del soffitto a cassettoni. Sull’altare maggiore si trova il gonfalone della Compagnia di San Niccolò che, azionando il meccanismo di apertura, mostra un dipinto nascosto raffigurante una scena religiosa della Madonna con il Bambino.

gonfalone chiesa di san niccolo cortona

Anche se piccolissima, consigliamo una sosta in questo luogo magnifico. Durante il cammino incontrerai anche la Chiesa di San Francesco, riconoscibile dal grande scalone di ingresso.

Santa Maria delle Grazie al Calcinaio

santa maria delle grazie al calcinaio cortona

Fuori dal centro storico di Cortona, si trova questa suggestiva chiesa di epoca rinascimentale. Il nome deriva dalla leggenda secondo cui la domenica di Pasqua del 1484 un’immagine della Madonna col Bambino, dipinta sulla parete di una vasca usata per la concia del cuoio, iniziò a fare miracoli. Tali avvenimenti catturarono così tanto l’attenzione dei fedeli che venne deciso di costruire la chiesa. Il progetto venne finanziato dalla corporazione dei Calzolai che affidarono il progetto a Francesco di Giorgio Martini.

La chiesa di Santa Maria delle Grazie al Calcinaio ha un aspetto veramente imponente e la sua cupola è visibile dal centro di Cortona. Per raggiungerla bisogna scendere di molto su di una strada sterrata. Consigliamo di entrare anche all’interno per ammirare diversi dipinti del Cinquecento.

Eremo francescano “Le Celle”

eremo francescano le celle

Una delle costruzioni che ci ha maggiormente colpito a Cortona, l’eremo “Le Celle” è il primo convento costruito da San Francesco d’Assisi nel 1211, luogo in cui abitò e scrisse il suo “Testamento“. L’area venne scelta dal santo per la sua amenità e spiritualità che infondeva ed ancora oggi riesce a trasmettere. Il nome dell’eremo invece sembra che derivi dalla presenza di un tempo di piccole grotte ricavate nella roccia utilizzate da pastori locali. Attualmente nell’eremo abitano pochi frati cappuccini che accolgono i pellegrini desiderosi di stare in un luogo immerso nella natura.

L’eremo è una costruzione che si colloca in perfetta armonia con il paesaggio circostante. Appena arrivati, sulla destra si può entrare all’Oratorio da cui si accede alla Cella di San Francesco, uno spazio minuscolo scavato nella roccia. Proseguendo la visita si può visitare l’Oratorio di San Franceschino e la Chiesa dedicata a Sant’Antonio da Padova. Intorno all’eremo si trova il bosco, popolato da alberi di leccio e cipresso.

cella di san francesco eremo le celle

Essendo distante 3,5 km da Cortona, ti consigliamo di raggiungere l’eremo in automobile. Se avessi intenzione di arrivare a piedi, impiegherai circa 45 minuti di cammino.

Per maggiori informazioni su proposte ed iniziative, ti consigliamo di visitare il sito ufficiale dell’Eremo Le Celle.

Basilica di Santa Margherita

facciata basilica di santa margherita

L’edificio religioso dedicato alla patrona di Cortona, la Basilica di Santa Margherita è un’attrazione che merita assolutamente di essere visitata. La facciata di stile Ottocentesco nasconde al suo interno lo splendore dell’antica basilica costruita nel Trecento. Quello che stupisce, entrando all’interno, sono le volte, le colonne e gli elementi strutturali colorati che lasciano qualsiasi visitatore senza fiato.

interni colorati basilica santa margherita cortona
dettagli colonne basilica santa margherita cortona

Oltre alla bellezza architettonica dell’edificio, ci sono diversi dipinti e monumenti sepolcrali di rilievo, dedicati alla santa di Cortona. Se solitamente non visiti gli edifici religiosi, ti consigliamo di non perdere una visita, anche breve, all’interno di questa basilica!

La Basilica di Santa Margherita si trova a 700 metri dal centro di Cortona, sul monte Egidio, quindi può essere raggiunta tranquillamente anche a piedi, impiegando 15 minuti di cammino.

Fortezza di Girifalco

fortezza di girifalco

A pochi minuti dalla Basilica di Santa Margherita si trova la Fortezza di Girifalco situata nel punto più alto di Cortona. La Fortezza venne costruita a metà del Cinquecento per volere del primo granduca di Toscana, Cosimo I de’ Medici. Oggi viene usata come location per organizzare mostre o eventi quali esposizioni, mostre temporanee e manifestazioni artistiche, culturali e scientifiche. Durante la visita è da non perdere il panorama che si ha dal Bastione di Santa Margherita su tutta la Val di Chiana.

Di seguito gli orari per visitare la Fortezza di Girifalco:

  • 2-10 Luglio: apertura dalle 10.30 alle 19.30
  • 11 Luglio – 30 Agosto: apertura dalle 10.00 alle 20.00
  • 31 Agosto – 27 Settembre: apertura dalle 10.00 alle 19.00
  • Dal 9 Novembre al 6 Gennaio la Fortezza è aperta solo sabato e domenica dalle 10.00 alle 17.00

Il biglietto intero costa 5€ mentre ridotto 3€. Durante il Festival internazionale di fotografia Cortona On The Move il prezzo del biglietto intero è di 6€.

Cortona cose da vedere: altre attrazioni da non perdere

Essendo ricca di attrazioni, non siamo riusciti a visitare tutto quello che Cortona ha da offrire. Tra le cose che avremmo voluto vedere sono:

  • Il MAEC, il museo che riunisce le collezioni dell’Accademia Etrusca, la sezione egizia, la biblioteca storica e le opere di Gino Severini
  • Il Parco Archeologico di Cortona che possiede incredibili testimonianze della civiltà etrusca

Cortona dove mangiare

Se ti chiedessi dove mangiare a Cortona, devi sapere che ci sono moltissimi ristoranti e trattorie dove poter gustare i piatti della cucina tipica toscana. Se cerchi una buona trattoria con un ottimo rapporto qualità/prezzo ti consigliamo la Trattoria Toscana, situata in centro a Cortona.

Dopo aver mangiato un antipasto composto da crostini toscani, come primi abbiamo assaggiato i famosi Pici all’aglione, fatti con la varietà di aglio tipica della Val di Chiana, ed un risotto al Syrah, mantecato con la varietà di vino rosso nota come Syrah o Shiraz.

Cortona e dintorni

Dopo averti svelato cosa vedere a Cortona, ti consigliamo alcuni dintorni da non perdere per trascorrere una giornata o un weekend in zona. Essendo al confine con l’Umbria, puoi raggiungere facilmente anche alcuni borghi ed attrazioni umbre.

Tra i paesi vicino Cortona, ti consigliamo:

  • Montepulciano, famoso per la produzione dell’omonimo vino e diversi prodotti tipici, è uno stupendo esempio di borgo rinascimentale. Oltre a visitare il suo centro storico, da Montepulciano puoi raggiungere facilmente anche diverse località della Val d’Orcia
  • Arezzo, il capoluogo di provincia, possiede un antico centro storico con diversi monumenti da visitare, tra cui la Cattedrale, la Fortezza Medicea e diversi palazzi aristocratici. Arezzo è stato anche set cinematografico per le riprese del film vincitore del premio Oscar “La Vita è Bella
  • Castiglione del Lago, uno dei borghi più belli dell’Umbria, sorge sulle sponde occidentali del lago Trasimeno. Oltre a poter visitare la spiaggia del lago, il borgo viene ricordato per il suo centro storico medievale e diversi monumenti tra cui il Palazzo della Corgna e la Rocca del Leone.
cortona lago trasimeno distanza
Lago Trasimeno dal belvedere di Cortona

Da Cortona puoi raggiungere facilmente anche il Lago Trasimeno, il quarto lago più grande d’Italia. Oltre a visitare i diversi borghi che vi si affacciano, tra cui il borgo di Panicale ed il villaggio di pescatori di San Feliciano, si possono fare diverse escursioni e trekking. Il lago si trova vicino a Cortona e si raggiunge in circa 30 minuti di auto.

Caro lettore, conoscevi già il borgo di Cortona? Raccontaci la tua esperienza in un commento e restiamo in contatto!

Potrebbe Interessarti Anche

Nessun commento

    Lascia un Commento